Utilizzo del convertitore Temperatura/Modbus ST485C

Attenzione !I messaggi sul forum potrebbero essere modificati dal nostro staff. La data e l'ora dei messaggi potrebbe non essere quella di invio ma quella di moderazione da parte dello staff. Grazie per l'attenzione.

Home Forum Novità ed informazioni Utilizzo del convertitore Temperatura/Modbus ST485C

Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Post
  • #35637
    Sergio Bertana
    Amministratore del forum

    Nella gamma Sensit troviamo un economico convertitore da sonda di temperatura a Modbus RTU il modello ST485C. Nella stessa gamma troviamo altri due modelli (A: Con protocollo ADAM, B:Con protocollo ARION). Il modello C con protocollo Modbus prevede la possibilità di avere fino a 247 dispositivi sulla rete.

    Nel mio test ho semplicemente connesso al convertitore una sonda Pt1000, ho alimentato il convertitore e l’ho connesso in RS485 ad un PC utilizzando un convertitore da RS232-RS485 il modello ATC106. Siccome il mio PC non aveva la porta seriale nativa ho utilizzato un convertitore USB-Seriale. Per l’invio dei comandi Modbus ho utilizzato Toolly creando ad hoc i comandi necessari per il test.

    Il convertitore nasce di default con comunicazione a 9600, n, 8 ed indirizzo di nodo 1. Utilizzando il comando Modbus 0x03 Read Holding Registers invio con Toolly il comando di lettura registro 0x0000 che contiene il Module Identification Number, stringa di comando: 01 03 00 00 00 01 84 0A. Il modulo risponde con la stringa: 01 03 02 00 10 B9 88 che riporta il valore 0x0010 di identificazione modulo.

    Per acquisisre il valore di temperatura occorre leggere il registro 0x005, inviando la stringa: 01 03 00 05 00 01 94 0B il convertitore ritorna il valore di temperatura con una stringa del tipo: 01 03 02 1C DC B1 1D. Il dato 0x1CDC (Decimale 7388) è il valore di temperatura (T=(7388/100)-50) quindi 23,88 °C. Ecco la foto del test con la videata di Toolly.

    #37079
    Sergio Bertana
    Amministratore del forum

    Il modulo dispone di una memoria EEPROM per la memorizzazione della configurazione, è possibile impostare il numero di nodo ed il valore di baud rate di comunicazione. Vediamo come effettuare la configurazione del modulo, per ulteriori informazioni si rimanda al manuale utente allegato al modulo. Tutte le operazioni sono eseguite con comandi di scrittura registri modbus (0x10 Write Multiple Registers).

    a) Scrivere il valore 0x0001 nel registro modbus 0x0002 (EEPROM Write Enabled).
    b) Scrivere l’indirizzo di nodo (Registro 0x0003 Low) e baud rate (Registro 0x0003 High).
    c) L’operazione di scrittura memorizza il valore in memoria EEPROM ed azzera il bit di abilitazione.
    d) Spegnere e riaccendere il modulo.

Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.