Consigli su utilizzo file system

Home / Knowledge Base / PLC SlimLine/NetSyst Cortex M7/ARM7 / Consigli su utilizzo file system

File system (Acronimo FS) indica il meccanismo con il quale i file sono posizionati e organizzati su dispositivi utilizzati per l'archiviazione dei dati. I nostri sistemi SlimLine basati su processori ARM/Cortex dispongono di default di un dispositivo di archiviazione su memoria FLASH organizzata come disco "C:" accessibile in lettura/scrittura. In base al modello di modulo è possibile aggiungere ulteriori dispositivi di archiviazione su scheda SDCard. Per un corretto funzionamento occorre utilizzare MicroSD fornite da noi, che grazie al wear leveling garantiscono un numero elevato di cicli di scrittura.

Modulo CPU PLC SlimLine LogicLab Compact IEC61131-3
Questa KB non è applicabile a questo prodotto perchè non è supportato il file system FAT.

Modulo PLC Compatto con Ethernet SlimLine LogicLab IEC61131-3
I modelli extended dispongono di un connettore USB A che supporta un adattatore USB/SDCard per MicroSD fino a 32GB organizzata come disco "F:" accessibile in lettura/scrittura.

Modulo CPU PLC SlimLine LogicLab Cortex M7 IEC61131-3
Tutti i moduli dispongono di uno slot micro-SD HC che supporta un dispositivo di archiviazione su scheda Micro SD fino a 32GB organizzata come disco "D:" accessibile in lettura/scrittura.

Struttura file system

Il dispositivo di archiviazione è gestito a settori, ogni settore dei dispositivi da noi utilizzati ha dimensione 512 bytes, il file system gestisce il disco con una struttura FAT 32, ecco come sono organizzati i dati sul disco.

Rappresentazione FAT

  • Boot sector: Primo settore del dispositivo contiene le informazioni sull'unità e sul file system implementato.
  • File Allocation Table (FAT): Array di settori in cui sono registrati tutti i concatenamenti di cluster necessari a ricostruire i files.
  • Data region: Array di settori suddivisi in clusters che contengono i dati delle directories o dei files.

Formattazione  del disco

Il disco interno "C:" viene fornito già formattato e solitamente non deve essere formattato dall'utente, al suo interno si trovano i files di configurazione del prodotto che in caso di formattazione andrebbero persi. L'operazione di formattazione è invece necessaria sui dispositivi di archiviazione aggiuntivi "D:" e "F:", ricordo che pur essendo dispositivi estraibili quando inseriti nel sistema e formattati non possono più essere rimossi.

Per la formattazione occorre connettersi al sistema in Telnet (E' possibile utilizzare il nostro client Toolly) sulla porta definita (Default 23), eseguita l'autenticazione (Default Admin, Admin), usare il comando Format. Al comando di formattazione è possibile fornire ulteriori parametri:

Format <Drive> <FAT Type> <Cluster Size>

  • Drive: Identificazione unità da formattare, C: Disco FLASH interno, D: SDCard su scheda, F: SDCard su adapter USB
  • FAT Type: FAT_32: Formato standard, permette la lettura delle SDCard formattate su PC, nomi Directories/Files solo maiuscolo lunghezza 8+3. FAT_32_ELS: Formato custom, permette di definire nomi Directories/Files sia in maiuscolo che minuscolo lunghezza 14 caratteri totali.
  • Cluster Size: Permette di definire la dimensione del cluster in bytes, la dimensione deve essere un multiplo della dimensione settore (512 bytes).

Di seguito alcuni esempi di comando.

Format D:                   Formatta SDCard su scheda in FAT_32_ELS scegliendo automaticamente la dimensione del cluster
Format D: FAT_32            Formatta SDCard su scheda in FAT_32 fissando la dimensione del cluster a 512 bytes (1 settore, valore minimo)
Format D: FAT_32_ELS 512    Formatta SDCard su scheda in FAT_32_ELS fissando la dimensione del cluster a 512 bytes (1 settore, valore minimo)
Format F: FAT_32_ELS 2048   Formatta SDCard su adapter USB in FAT_32_ELS fissando la dimensione del cluster a 2048 bytes (4 settori)

Formato cluster

Se nel comando di formattazione non viene indicata la dimensione del cluster, il sistema imposta automaticamente il valore approppriato in base alla dimensione della SDCard. In generale occorre scegliere il formato in base alle seguenti valutazioni.

Cluster piccolo

  • Pro: Ottimizza l'occupazione del disco.
  • Contro: Aumenta il numero di scritture nei settori di FAT riducendo la vita del disco.
    Determina una minore velocità di accesso al disco.

Cluster grande

  • Pro: Riduce le scritture nei settori di FAT allungando la vita del disco.
    Maggiore velocità di accesso al disco.
  • Contro: Spreco di memoria per ogni file (Mediamente 1/2 dimensione cluster).
    Aumenta il tempo di creazione delle directories sul disco.

Consigli

  1. E' preferibile usare dischi esterni in alternativa alla FLASH interna disco "C".
  2. Utilizzare preferibilmente files di dimensioni fino a 640 KBytes.
  3. Per velocizzare accesso al disco senza penalizzare il tempo di esecuzione della task di back, limitare il numero di files e directories.
  4. Per aumentare la "vita" del disco se possibile utilizzare file di dimensione fissa aggiornando i dati al suo interno (Come gestito dal FB FIFOFile).
  5. Se si usa il disco per salvare files di log trasferiti via FTP su altri sistemi, cancellare il file dopo il trasferimento e ricrearlo, piuttosto che riscriverlo.

Ti è stato utile questo articolo ?